Il Comune di Pordenone presenta il nuovo piano energetico in partenariato pubblico-privato con Siram by Veolia

5,5 milioni sono l’investimento previsto per la progettazione e realizzazione dei lavori di riqualificazione energetica con una formula di Partenariato Pubblico Privato

Pordenone, 08-06-2019 - Si è tenuta oggi presso la Sala Giunta in Municipio a Pordenone la conferenza stampa di presentazione del nuovo piano di riqualificazione energetica degli edifici comunali della città di Pordenone. Il progetto è stato illustrato alla presenza di Alessandro Ciriani, Sindaco di Pordenone, dell’Assessore all’Urbanistica e alle Politiche energetiche Cristina Amirante insieme a Siram by Veolia, società aggiudicataria del contratto pluriennale. Il grande piano da 5,5 milioni di investimenti, che sarà effettuato con una formula di Partenariato Pubblico Privato, prevede la progettazione e realizzazione dei lavori di riqualificazione energetica da parte di Siram by Veolia e la successiva gestione degli impianti termici ed elettrici degli edifici di pertinenza dell’Amministrazione Comunale, che comprendono 88 strutture tra scuole, palestre, impianti sportivi, musei.

Nel progetto sono previsti interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria che renderanno gli ambienti degli edifici comunali più salubri e moderni e che permetteranno di ottimizzare sia i consumi di energia termica – attraverso gli interventi di sostituzione caldaie, installazione isolamenti termici a cappotto e sostituzione serramenti – sia di energia elettrica – con gli interventi di sostituzione gruppi frigo, installazione di nuovi impianti fotovoltaici e di sensori presenza per il comando dei nuovi sistemi di illuminazione a LED.
Inoltre in molti edifici verranno installati una serie di smart meter e sensori IoT per il monitoraggio real-time dei consumi termici ed elettrici. I dati raccolti verranno successivamente elaborati ed analizzati dal team Hubgrade di Siram, che attraverso strumenti di business intelligence e analytics permetteranno di intervenire sia con azioni correttive da remoto sia direttamente con gli operatori in campo, al fine di garantire un costante miglioramento della performance e una pianificazione energetica efficiente.

I lavori copriranno il 98 per cento della produzione energetica del patrimonio immobiliare comunale e consentiranno una riduzione rispetto ai consumi storici intorno al 16% di energia termica e del 21% di energia elettrica, che consentirà di evitare l’emissione in ambiente di circa 724 ton di CO2.

La nuova convenzione durerà 15 anni e prevede importanti lavori di efficientamento energetico che saranno effettuati da Siram by Veolia con la formula del PPP, Partenariato Pubblico Privato. Questo modello contrattuale permette di realizzare piccole e grandi opere utili alla collettività - in termini di sicurezza, comfort, riduzione di emissioni, risparmi economici, efficienza energetica ed automazione - attraverso un finanziamento iniziale del partner privato che mette a disposizione competenze tecniche e la tecnologia più all’avanguardia sul mercato. Con questo strumento è il Soggetto Privato che finanzia il progetto, realizza le opere garantendo elevata qualità e massima efficienza, tempi e costi certi di realizzazione, a fronte della gestione pluriennale degli interventi effettuati e l’erogazione dei relativi servizi. Il soggetto privato si assume i rischi operativi e finanziari dell’intero progetto, impegnandosi a recuperare i capitali unicamente attraverso i benefici che gli investimenti saranno in grado di generare durante il contratto.
Siram by Veolia, gruppo italiano con cento anni di esperienza nella gestione dei servizi di efficienza energetica e ottimizzazione delle risorse per il mercato Pubblico e Privato, crede fortemente nello strumento del PPP ed ha presentato nel corso dell’anno oltre 90 proposte, tra cui 16 nella sola UdB Nord Est.

Walter De Bortoli, Assessore sport e patrimonio edilizio ha commentato "Abbiamo bisogno di un’azienda come Siram che compia velocemente gli interventi. In particolare per gli impianti sportivi dobbiamo recuperare anni di disattenzione" e l'assessore urbanistica e politiche energetiche Cristina Amirante ha aggiunto "Questo nuovo contratto è una svolta rispetto al precedente. Oltre alla manutenzione ordinaria e straordinaria degli edifici, prevede un anno di monitoraggio degli impianti elettrici e termici, dopo di che si partirà con i lavori di efficientamento. Il Comune paga un canone fisso guadagnando 6 milioni di investimenti a cura del privato. Con questa riqualificazione energetica si abbatteranno i consumi del 17,6 per cento e verranno ridotte le emissioni inquinanti per un valore di 724 tonnellate di co2 in meno ogni anno."

Luca Zavagna, responsabile direzione operativa e Luca Libero, responsabile ingegneria d'offerta di Siram by Veolia hanno commentato: “Con questa formula di partenariato pubblico privato gestiamo l’energia termica e elettrica degli edifici di Pordenone, effettuando 6 milioni di investimenti, che recuperemo proprio grazie all’efficientamento. I guasti e le manutenzioni saranno in capo a noi, non più al Comune, e i tempi di ripristino saranno più veloci. Verrà effettuato inoltre un monitoraggio continuo e a distanza dell’efficienza energetica, attraverso un sistema molto avanzato, per evitare sprechi. Gli edifici non consumeranno più come prima”.

Per, Alessandro Ciriani, sindaco di Pordenone, “questo contratto è economico, ecologico, energetico. È un piano di un’importanza incredibile, portiamo a casa un risultato che fa risparmiare l’ente pubblico e allo stesso tempo garantisce una tutela ambientale concreta, non fatta di filosofie e chiacchiere. Ci vorrà tempo, naturalmente, ma questa è una novità moderna e efficace che ci consente di colmare le gravi lacune che abbiamo trovato nel patrimonio pubblico”.

Paolo Maltese, direttore Unità di Business Nord Est di Siram by Veolia, ha commentato: “il nuovo piano rappresenta un ulteriore passo in avanti verso i nuovi modelli contrattuali in Partenariato Pubblico Privato. Siram metterà in campo tutte le sue competenze e le sue tecnologie più all’avanguardia al fine di valorizzare sotto il profilo energetico e ambientale il patrimonio del Comune di Pordenone assicurando alla cittadinanza edifici più sicuri e confortevoli e servizi più efficienti e sostenibili”