Via libera ufficioso alla revisione della Direttiva Acqua

07/02/2020

Il Comitato dei capi delegazione degli Stati Membri hanno approvato la proposta di revisione della direttiva su standard qualitativi e requisiti igienici minimi

Gli ambasciatori degli Stati Ue hanno dato il via libera all’accordo raggiunto con il Parlamento europeo il 18 dicembre scorso sulla proposta di revisione della direttiva in materia di acqua potabile. L'approvazione del Coreper - il Comitato dei capi delegazione degli stati membri che ha il compito di preparare i negoziati e di trovare soluzioni condivise prima del voto, ndr - apre la strada all'adozione finale dei nuovi standard qualitativi dell’acqua di rubinetto nei 27 Paesi membri.

Con le nuove regole - leggiamo su Public Policy - vengono aggiornati gli standard di qualità che l'acqua potabile deve soddisfare e viene introdotto un approccio basato sul rischio per il monitoraggio della qualità. Le norme aggiornate stabiliscono inoltre requisiti igienici minimi per i materiali a contatto con l'acqua potabile, come i tubi. L'obiettivo è migliorare la qualità di tali materiali per garantire la protezione della salute e l'assenza di contaminazioni. La direttiva affronta le crescenti preoccupazioni per gli effetti sulla salute degli interferenti endocrini, dei prodotti farmaceutici e delle microplastiche, introducendo una lista di controllo che sarà adottato entro un anno dall’entrata in vigore della direttiva.

A cura di www.e-gazette.it