Tutti i vantaggi di un edificio in classe A: on line documento ENEA

Le due norme principali prevedono la regolazione e il controllo della temperatura ambiente per gestire le variazioni di umidità dell’aria interna

Come rendere massimi i vantaggi della scelta di vivere in un edificio riqualificato da un punto di vista energetico o in uno nuovo ad alta efficienza energetica: nell’opuscolo ENEA “#Edificio in Classe A - Istruzioni per l'uso” curato nell’ambito della Campagna Nazionale “Italia in Classe A” dagli esperti del Dipartimento Efficienza Energetica, Antonia Marchetti e Americo Carderi - tutti i consigli e i suggerimenti utili per ridurre i consumi di energia e migliorare il comfort abitativo e il benessere.

Scegliere di vivere in un edificio efficiente significa consumare un quantitativo di energia che è 4-5 volte inferiore a quella necessaria a garantire un comfort adeguato in un edificio non riqualificato, costruito tra gli anni ‘70 e ‘90. Questo significa che stiamo contribuendo attivamente al rispetto e alla salvaguardia dell’ambiente, e alla diminuzione delle emissioni di gas inquinanti e climalteranti, che avvengono negli impianti che producono energia. Oltre, naturalmente, ad aver scelto di vivere in un ambiente più confortevole e salubre e ad avere più reddito a disposizione, perché è minore la spesa per l’energia.

Due i parametri fondamentali dell’edificio efficiente: regolare e controllare la temperatura ambiente, gestire le variazioni di umidità dell’aria interna garantendo il giusto ricambio d’aria. Nell’opuscolo si trova tutto quello che è necessario sapere su quando e quanto riscaldare e raffrescare le nostre case, sull’APE (il documento che descrive la prestazione energetica di un edificio), sulla stazione meteo per interni (termoigrometro), sui cronotermostati e le valvole termostatiche, sul tasso di umidità ideale, sulle differenze tra temperature reale e temperatura percepita, sul punto di rugiada e altre informazioni di interesse.

A cura di www.e-gazette.it

22/05/2020