Riqualificate cinque scuole al giorno con il Conto Termico

Attivati cantieri pubblici per circa 1 miliardo di euro ed erogati oltre 200 milioni di euro con il Conto Termico

Il GSE è pronto a raccogliere la sfida lanciata dal Ministro dell’Economia Roberto Gualtieri che, durante la presentazione del Rapporto ASVIS, ha sottolineato la necessità di rivedere il Pniec alla luce più ambiziosa dei nuovi obiettivi europei, individuando tra le aree prioritarie di intervento l’efficientamento energetico di tutto il patrimonio pubblico a partire proprio dalle scuole.

“Con i nostri incentivi riqualifichiamo 5 scuole ogni giorno sull’intero territorio nazionale, numero potenzialmente destinato a crescere massimizzando la già presente azione territoriale del GSE. La giusta direzione, indicata dal Ministro Gualtieri, implica necessariamente un’integrazione dei fondi europei, statali e regionali per l’efficientamento energetico”, ha detto Roberto Moneta, Amministratore Delegato del GSE, ricordando come “il GSE da tempo persegue questa strada, lavorando, grazie anche alla nuova Direzione dedicata alla Promozione dello Sviluppo Sostenibile, al fianco dei Comuni e realizzando progetti attraverso l’erogazione degli incentivi del  Conto Termico cumulato con i Piani per l’edilizia scolastica, i Por Fesr regionali e i Fondi della Protezione civile per la prevenzione antisismica”.

Da quando è stato avviato il meccanismo del Conto Termico, il GSE ha supportato oltre 2.400 Enti locali, incentivando la riqualificazione di cinque edifici scolastici al giorno, per un totale di 1.542 scuole. Per quello che riguarda il solo settore pubblico, attraverso l’assistenza territoriale e il supporto alla Pubblica Amministrazione forniti dal GSE, è stato possibile attivare cantieri per oltre 1 miliardo di euro, grazie a interventi che hanno riguardato oltre 7.600 edifici pubblici.

In questa direzione va anche l’ultimo Protocollo d’Intesa sottoscritto con il Comune di Napoli, che tra i principali punti prevede di avviare interventi di efficientamento energetico, in particolare sul patrimonio edilizio comunale, di incrementare l'utilizzo delle fonti rinnovabili, lo sviluppo delle comunità energetiche e della mobilità sostenibile, oltre a realizzare iniziative formative e divulgative sui temi della green economy e dell'economia circolare. Proprio su questo tema, i seminari promossi dal GSE hanno formato, solo nel 2019, oltre 2.500 funzionari della Pubblica Amministrazione e tecnici che collaborano con gli Enti locali. Per le nuove generazioni, non solo negli edifici scolastici riqualificati ma anche in altri Istituti, il GSE ha tenuto lezione a oltre 7.000 studenti sui temi dello Sviluppo Sostenibile.

A cura di www.e-gazette.it

06/03/2020