Ricerca. I ragazzi conoscono i benefici dell’efficienza energetica

Il sondaggio di Enea e Greencross è stato realizzato su un gruppo di oltre 400 studenti nell’ambito della campagna “Salva il kilowattora”

Conoscono l’energia e le sue implicazioni, sanno che cosa sono le “etichette energetiche”, sanno che le fonti fossili impattano sull’ambiente e che gli elettrodomestici in standby consumano, ma  preferiscono farsi accompagnare in auto piuttosto che andare a piedi dagli amici e restano a lungo sotto la doccia, anche se consapevoli che è uno spreco. È la fotografia - in chiaroscuro - delle scelte in tema di energia che emerge da un sondaggio realizzato su un gruppo di oltre 400 studenti dai nove ai 13 anni nell’ambito della campagna di informazione e sensibilizzazione sull’efficienza energetica “Salva il kilowattora”, promossa da Green Cross Italia ed ENEA.

In particolare, dal sondaggio emerge che l’80% degli intervistati è consapevole che le fonti fossili sono inquinanti, il 46% sa che cosa vuol dire efficienza energetica e il 60% afferma di sapere che le scelte individuali sono determinanti per tutelare il Pianeta. Inoltre quasi l’84% degli intervistati  sa che un elettrodomestico lasciato in stand by consuma elettricità, l’82,6% che è il Led la lampadina che risparmia più energia e il 90% degli intervistati conosce la definizione di etichetta energetica. Tuttavia, il 53% dei partecipanti ammette di restare sotto la doccia almeno 10 minuti pur sapendo che ne bastano 4 e oltre il 68% preferisce farsi accompagnare in auto a scuola, al cinema o a casa di un amico anche se potrebbe andare a piedi o in autobus.

L’indagine ha comunque rivelato che gli studenti vogliono ricevere più informazioni sui temi dell’energia, dell’inquinamento e della tutela dell’ambiente e che esistono ampi margini di miglioramento nelle scelte individuali, soprattutto allargando lo sguardo al contesto sociale e familiare. Il sondaggio è stato realizzato sulla base di un questionario di 25 domande che i ragazzi hanno compilato con il supporto degli insegnanti dopo aver approfondito le tematiche dell’energia e del risparmio attraverso lezioni dedicate. Le domande sono state predisposte da ENEA e Green Cross e indirizzate a studenti di 4a e 5a primaria e 1a e 2a secondaria di otto scuole distribuite sul territorio nazionale.

“Salva il kilowattora” è una delle iniziative previste nell’ambito della campagna “Italia in Classe A” promossa dal Ministero dello Sviluppo Economico e realizzata dall’ENEA. Ha preso il via a inizio febbraio con la Settimana del risparmio energetico, alla quale hanno preso parte oltre 6mila studenti di 61 istituti scolastici di tutta la penisola con l’obiettivo di incentivare studenti, insegnanti e famiglie a comportamenti “virtuosi” per ridurre i consumi di energia e a coinvolgere il maggior numero di persone, parenti, amici, conoscenti, ma anche istituzioni, enti, associazioni.

A cura di www.e-gazette.it

10/04/2020