Recovery Plan, la proroga del Superbonus vale oltre 40 miliardi

Lo evidenzia la voce «Efficienza energetica e riqualificazione degli edifici» del Piano nazionale di ripresa e resilienza in discussione 

Più di 40 miliardi per estendere il Superbonus al 110% oltre la scadenza prevista del 2021. La conferma arriva dalla bozza del Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr), il piano di azione per l'utilizzo delle risorse del Recovery fund, il cui esame è stato avviato dal Consiglio dei ministri lunedì scorso. Per i territori colpiti dal sisma si punta al 2026, per gli altri interventi ancora non è stata fissata un limite temporale.

Nel documento si legge che sarà predisposto ”il potenziamento delle misure a sostegno dell'efficientamento dell'edilizia privata. In particolare, si prevede l'estensione del superbonus edilizio per l'efficientamento energetico  e l'adeguamento antisismico delle abitazioni private, con il quale viene riconosciuta una detrazione fiscale pari al 110% dei costi sostenuti per gli interventi, utilizzabile in compensazione fiscale o convertibile in credito d' imposta cedibile”. Lo stanziamento per la voce «Efficienza energetica e riqualificazione degli edifici» è di 40,1 miliardi di euro.

La proroga della misura è una delle richieste principali avanzate dalle categorie più coinvolte dalla gestione del Superbonus. La Rete delle professioni tecniche, ad esempio, propone di allungare i termini già da mesi.

A cura di www-e-gazette.it

 

14/12/2020