Fraccaro: si punta a una proroga del Superbonus al 2023

Lo ha detto il Sottosegretario alla presidenza del Consiglio; il 2021 è unanimemente giudicato una scadenza troppo ravvicinata

“Il Superbonus al 110% richiama tutta la filiera produttiva alle proprie responsabilità. Qualità e professionalità sono gli strumenti che abbiamo a disposizione per raggiungere gli obiettivi in termini di minori consumi e ridotte emissioni inquinanti”. Lo ha detto il Sottosegretario alla presidenza del Consiglio Riccardo Fraccaro, intervenuto  all’incontro “La Finanza per l’Efficienza Energetica: Superbonus 110% una nuova opportunità”, a Key Energy a cura di FederESCO.
Come è noto, il provvedimento scadrà nel 2021; un lasso di tempo considerato da tutti gli operatori, comprese le ESCO, troppo limitato per poter concludere gli interventi, viste le previsioni sul volume di domande. Fraccaro ha parlato dello sforzo in atto del Governo per giungere a una proroga del provvedimento fino al 2023 o 2024. “Tutti la chiedono: banche, costruttori, comuni e ambientalisti – conclude Fraccaro –, ma una decisione precisa dovrà passare attraverso l’approvazione delle proposte italiane da sottoporre al Recovery Fund, il cui piano di dettaglio deve essere ancora concluso”.

A cura di www.e-gazette.it

09/11/2020