Diagnosi energetiche e ISO 50001: aperto il bando in Lombardia

Il bando è destinato alle piccole e medie imprese del territorio lombardo. La domande di partecipazione dovranno essere presentate entro il 2022

Si è aperto nei giorni scorsi in Lombardia il bando ambiente che stanzia 2,3 milioni di euro per la realizzazione della diagnosi energetica o l’adozione della norma ISO 50001 sui ‘Sistemi di gestione dell’energia – Requisiti e linee guida per l’uso. La norma specifica i requisiti per creare, avviare, mantenere e migliorare un sistema di gestione dell’energia. Il bando è destinato alle piccole e medie imprese che operano sul territorio lombardo e sono inoltre attive nel settore dell’attività manifatturiera e delle estrazioni di minerali da cave e miniere.

Le risorse ammontano a poco più di 2,2 milioni di euro e prevedono un finanziamento a fondo perduto. L’agevolazione sarà in un’unica tranche di erogazione. E, sarà da decretare a seguito della rendicontazione degli interventi previsti. Il finanziamento copre così un importo pari al 50% delle spese ammissibili. Previsto fino a un massimo di 8.000 euro per la diagnosi energetica, di cui euro 5.600 finanziati dallo Stato e 2.400 dalla Regione Lombardia, 16.000 euro per l’adozione del sistema di gestione ISO 50001, di cui 11.200 finanziati dallo Stato e euro 4.800 dalla Regione Lombardia.

La domanda di partecipazione al bando dovrà essere presentata entro le ore 16 del 31/03/2022. Va inoltrata obbligatoriamente in forma telematica attraverso il Sistema Informativo Bandi online disponibile all’indirizzo www.bandi.servizirl.it.

A cura di www.e-gazette.it

28/02/2020