Cgil e Legambiente, piano per riqualificare 1,2 milioni di condomini

Entro il 2025 potrebbero essere effettuati interventi su 30mila condomini; il piano complessivo prevede 1,2 milioni di condomini e 37 miliardi di investimenti

Fillea-Cgil e Legambiente hanno lanciato un piano per efficientare dal punto di vista energetico circa 1,2 milioni di condomini del Belpaese. Il progetto, anticipato da La Stampa, metterebbe in moto 37 miliardi di investimenti diretti e indiretti e farebbe entrare nelle casse previdenziali 900 milioni. Per le famiglie coinvolte comporterebbe un risparmio in bolletta di circa 620 euro l'anno ad alloggio, e un aumento dei valori immobiliari stimato tra un +5% e un +15%.

Il piano Fillea-Legambiente mira a raggiungere entro il 2025 l’obiettivo di riconvertire 30.000 condomini all’anno dal punto di vista energetico, attraverso alcuni provvedimenti: prolungare fino al 31 Dicembre 2025 gli incentivi ecobonus (fino al 75% di detrazione) per i condomini e gli alloggi e Sismabonus (fino all'85% di detrazione) per i condomini, prevedendo una riduzione minima del fabbisogno energetico di almeno il 50% o il raggiungimento della classe energetica B per aiutare le famiglie a risparmiare; introdurre la possibilità di soluzioni integrate di detrazione fiscale o cessione del credito che coinvolgano anche gli interventi di riqualificazione energetica nei singoli alloggi, in modo da ottenere una riduzione ulteriore dei fabbisogni energetici; spingere riqualificazioni energetiche nei quartieri con obiettivi sociali attraverso i Comuni; aiutare l’accesso al credito; subordinare tutti gli incentivi fiscali alla dimostrazione di utilizzo di lavoro regolare e del corretto Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro; semplificare gli interventi di retrofit energetico dei condomini; rafforzare il ruolo di regia e di controllo da parte del Governo, attraverso un coordinamento più efficace dei diversi Ministeri ed Enti coinvolti.

A cura di www.e-gazette.it

03/04/2020