Cessione ecobonus condomini, attesa per le specifiche del Fisco

Le modalità previste dall’Agenzia delle Entrate per cedere le detrazioni per gli interventi di riqualificazione energetica sono attese da oltre due mesi

L’Ecobonus per i condomini non è ancora partito perché mancano ancora le specifiche del provvedimento da parte dell’Agenzia dell’Entrate. L’allarme è stato lanciato da Rete Irene. Le modalità di attuazione della facoltà di cessione delle nuove detrazioni previste per gli interventi di riqualificazione energetica e di miglioramento sismico delle parti comuni degli edifici condominiali dovevano essere definite con provvedimento del direttore dell’Agenzia delle entrate, da adottare entro sessanta giorni dal 1° gennaio 2017.

Secondo alcuni, il motivo del ritardo è l’attesa di un aggiornamento legislativo sui nuovi incentivi (i cosiddetti “ecobonus” e “sismabonus” per condomini), che avrebbe dovuto essere pronto assieme alla manovra di finanza pubblica, attesa per il mese di aprile.

“Forte era l’aspettativa - si legge nella nota - per una modifica che abrogasse il divieto di cessione delle detrazioni agli istituti di credito e agli intermediari finanziari: si ritiene infatti che tale divieto menomi drasticamente la potenzialità di stimolo degli incentivi a causa delle maggiori difficoltà e dei più elevati costi di transazione connessi alla ricerca di cessionari capienti al di fuori della categoria dei soggetti finanziari”.  Ma la “manovrina” di primavera è stata emanata senza alcuna novità in questo ambito.

Facilitare il finanziamento degli interventi di riqualificazione energetica profonda attraverso il coinvolgimento dei soggetti finanziatori nel meccanismo degli incentivi fiscali sarebbe - secondo Rete Irene - il modo più efficace di stimolare un settore economico oggi scarsamente sviluppato ma dalle enormi potenzialità. Il provvedimento del direttore dell’Agenzia delle entrate potrebbe dunque costituire un passaggio determinante nel difficile – ma ineludibile – cammino verso la decarbonizzazione del settore immobiliare.

A cura di www.e-gazette.it

05/05/2017