Sicilia,in arrivo fondi per la pubblica amministrazione

13/04/2018

I soldi andranno a favori di enti ma anche di Esco per ridurre i consumi in edifici pubblici

Pubblicato dalla Regione Sicilia, nell'ambito del POR FESR 2014/2020, un Avviso Pubblico per la concessione di agevolazioni in favore di soggetti pubblici, enti pubblici, partenariati pubblico-privati anche attraverso ESCo, per la realizzazione di opere pubbliche per promuovere l'eco-efficienza e la riduzione di consumi di energia primaria negli edifici e strutture pubbliche. 
 
La dotazione finanziaria del presente avviso è pari a euro 55,5 milioni di euro. Tra gli interventi ammessi: quelli sull'involucro edilizio (isolamento termico di superfici opache, sostituzione di chiusure trasparenti, installazione di sistemi di schermatura e/o ombreggiamento di chiusure trasparenti); interventi di sostituzione/implementazione di sistemi impiantistici (sostituzione d'impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti utilizzanti generatori di calore a condensazione o generatori di calore alimentati da biomassa, sostituzione d'impianti di climatizzazione estiva/invernale esistenti con impianti dotati di pompe di calore, elettriche o a gas, utilizzanti energia aerotermica, geotermica o idrotermica, interventi di cogenerazione/trigenerazione, fino a un massimo di 1 MWe di potenza; installazione di collettori solari termici, anche abbinati a sistemi di solar cooling, sostituzione di scaldacqua elettrici con scaldacqua a pompa di calore, riqualificazione degli impianti d'illuminazione, interni ed esterni, installazione di sistemi di termoregolazione e contabilizzazione del calore, installazione di sistemi BACS di automazione per il controllo, la regolazione e la gestione delle tecnologie dell'edificio e degli impianti termici, sistemi di monitoraggio); MHRV (ventilazione meccanica con recuperatore). Inoltre, interventi sui sottosistemi dell'impianto termico (distribuzione, emissione, regolazione); produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili (installazione impianti di piccola taglia per autoconsumo, impianti fotovoltaici. Il contributo finanziario in conto capitale è concesso fino al 100% dei costi totali ammissibili. Il contributo non può essere inferiore a euro 200.000 e non deve superare euro 3.000.000.

A cura di www.e-gazette.it