Isolamento termico

Isolamento termico

Per ottenere un migliore isolamento termico nell'obiettivo di raggiungere una maggiore efficienza energetica dell'edificio e una migliore classe energetica, si può prevedere l’impiego di serramenti con doppi vetri termoisolanti. L’intercapedine tra i due vetri è riempita di gas argon o aria e una delle due lastre è dotata di un rivestimento a basse emissioni, a garanzia delle buone proprietà termiche dell’infisso. Per migliorare ulteriormente i valori di isolamento termico si può ricorrere ai tripli vetri.

Il rivestimento basso-emissivo di due lastre e la doppia intercapedine contribuiscono ad aumentare significativamente l'effetto isolante. Inoltre si può intervenire anche sul telaio, installando serramenti dotati di taglio termico di ultima generazione che riduce il flusso di calore tra l’ambiente e l’esterno.

Risparmi energetici ottenibili

Pay back 15-18 anni.

Coibentazione termica esterna/interna - cappotti - schiume isolanti

Cappotto

Il cappotto prevede l’applicazione di materiale isolante all’esterno della muratura dell’edificio. L’isolamento può essere in lana di roccia o in polistirene espanso/estruso. Quando i materassini di isolante sono applicati sul lato interno della muratura si parla di isolamento interno e si usa la lana di roccia. Il cappotto elimina i ponti termici ma si usura velocemente, l’isolamento interno riduce e non elimina i ponti termici ma dura più a lungo.

Schiuma poliuretanica

Nell’intercapedine d’aria viene iniettata dall’alto una schiuma poliuretanica che espandendosi solidifica e isola l’edificio. L’edificio traspira comunque.

Per entrambi i lavori si prevede un pay back compreso tra 15 e 18 anni (inferiore se applicabile l'incentivo del conto termico)