Toscana, 8 milioni alle imprese per l’efficientamento

20/05/2016

I fondi verranno erogati dando priorità alle imprese colpite da calamità naturali e a quelle che si trovano nei Comuni del fiorentino

Risparmiare energia e inquinare meno: sono in arrivo nuove opportunità per le imprese, pronte a attrezzarsi in questa direzione. La Regione, nell'ambito della programmazione dei fondi comunitari POR FESR 2014-2020, promuove un bando - che verrà pubblicato entro maggio - da 8 milioni di euro a favore di progetti di efficientamento energetico per le imprese, con una priorità riservata a quelle colpite da calamità naturali e quelle che si trovano nei Comuni che ricadono all'interno del Parco agricolo della Piana.
Alle imprese colpite da eventi calamitosi successivi al luglio 2015 e per le quali è stato dichiarato lo stato di emergenza nazionale e/o regionale sono destinati 2 milioni; 3 milioni di euro, invece, vanno alle imprese dei comuni del Parco Agricolo della Piana, mentre i rimanenti 2 milioni sono a favore di progetti che non rientrano nelle due categorie.
In particolare, l'allocazione dei 3 milioni di euro (fino a esaurimento) a favore di progetti di imprese ubicate nei Comuni del Parco Agricolo della Piana (Firenze, Sesto Fiorentino, Campi Bisenzio, Signa, Calenzano, Prato, Poggio a Caiano e Carmignano) è in coerenza con il parere regionale nell'ambito del procedimento di Valutazione di Impatto Ambientale (VIA) di competenza statale relativo al progetto "Aeroporto di Firenze - Master Plan aeroportuale 2014-2029", che prevede l'attivazione di azioni per l'efficientamento energetico volte alla riduzione dell'inquinamento atmosferico.
L'obiettivo principale è quello di contribuire alla diminuzione dei consumi energetici e alla conseguente riduzione delle emissioni di gas serra e delle principali sostanze inquinanti, quali PM10 e NOx e, in particolare, nell'area del Parco Agricolo della Piana.
Gli interventi sono finanziabili con il bando Isolamento termico di strutture orizzontali e verticali, sostituzione di serramenti e infissi, sostituzione di impianti di climatizzazione con impianti alimentati da caldaie a gas a condensazione o impianti alimentati da pompe di calore ad alta efficienza, sostituzione di scaldacqua tradizionali con scaldacqua a pompa di calore o a collettore solare per la produzione di acqua calda sanitaria, ecc.”. Potranno essere attivati anche interventi per la produzione di energia termica da fonti energetiche rinnovabili quali solare, aerotermica, geotermica, idrotermica, senza eccedere i limiti dell'autoconsumo.
I bandi saranno pubblicati sul Bollettino della Regione Toscana entro maggio; la presentazione delle domande dovrà essere fatta tra giugno e luglio. La graduatoria sarà approvata a novembre 2016.
L'informativa del bando sarà pubblicata sul sito della Regione, nella sezione dedicata al mondo delle imprese, e sarà programmata una serie di attività di animazione sul territorio con le Associazioni di categoria per la presentazione e divulgazione dei criteri del Bando e per accogliere eventuali suggerimenti e/o osservazioni, anche con l'eventuale partecipazione di Sviluppo Toscana.