Entro l’estate il nuovo schema sui certificati bianchi

22/04/2016

La nuova ipotesi sui Tee è stata annunciata da Mauro Mallone del Mise; tra i punti salienti, l’abolizione del Tau 

 

Mauro Mallone, della divisione efficienza energetica del Mise, ha annunciato che lo schema del decreto sui certificati bianchi è pronto, ed entro questo mese verrà avviata la fase di concertazione con l’Autorità per l’energia e il ministero dell’Ambiente e il confronto con le Regioni, in modo da poter vedere il nuovo decreto emanato entro l’estate”.  I tempi si sono protratti oltre le aspettative, ha spiegato Mallone, anche a causa delle verifiche di compatibilità con gli aiuti di Stato. “A nostro avviso il sistema è compatibile, ma capite bene che questa è un’azione che deve compiere l’organo preposto”, ha dichiarato riferendosi alle verifiche dell’Unione Europea. 
I punti salienti delle nuove guide sono l’abolizione del tau, ovvero il coefficiente di durabilità - indicato solitamente con tau -, che tiene in considerazione la differenza fra la vita utile reale di un intervento di efficienza energetica e il periodo di rilascio dei certificati bianchi, poi il riconoscimento dei certificati bianchi annuo secondo la vita tecnica dell’intervento e, infine, le liste delle tipologie di intervento aggiornate con cadenza annuale. “Il sistema dei certificati bianchi - conclude Mallone - è un sistema che funziona, e ce lo dicono anche gli altri Paesi; ma c’è bisogno della collaborazione di tutti gli operatori del settore, collaborazione che ci tengo a dire deve essere costruttiva.”

A cura di www.e-gazette.it