Conto termico 2.0. Forte aumento di richieste nei primi mesi

21/10/2016

Le richieste di contributi arrivano soprattutto dalla pubblica amministrazione, anche per merito dei nuovi meccanismi di semplificazione 

Boom di richieste d’incentivo nei primi mesi del Conto termico 2.0. Nel periodo tra giugno e settembre il Gse ha ricevuto circa 3.400 domande per 18,4 milioni di euro di incentivi, di cui 12 milioni da parte della Pubblica amministrazione. Nello stesso quadrimestre del 2015 le domande erano state 2.500, per un valore di 9,6 milioni di euro: l’incremento delle richieste è dunque del 36%, quello degli incentivi del 92%. Oltre ad aver introdotto meccanismi di accesso semplificati e soglie di rimborso più alte, che arrivano fino al 65% della spesa totale sostenuta, il Conto termico 2.0 prevede che i privati ricevano fino a 5.000 euro di rimborso in un’unica rata entro due mesi dalla richiesta. Inoltre, le nuove modalità di prenotazione degli incentivi introdotte dal Conto termico 2.0 permettono agli enti pubblici di realizzare interventi di riqualificazione energetica più rilevanti ed efficaci. “Il risultato – spiega Antonio Negri, direttore Efficienza ed energia termica – si deve alle misure di potenziamento e semplificazione del meccanismo introdotte dal nuovo Decreto e al lavoro di diffusione e promozione, soprattutto verso la Pubblica amministrazione, che il Gse ha svolto in questi mesi”.

A cura di www.e-gazette.it