Palazzo Grassi - L'innovazione con uno sguardo al passato

Sono stati rinnovati gli impianti tecnologici per garantire le corrette condizioni di temperatura, umidità e filtrazione aria, al fine di preservare le opere esposte

Il nuovo sistema di distribuzione dell’aria è in grado di mantenere le ottimali condizioni termo-igrometriche all’interno del museo, ed è composto da due centrali di trattamento aria (aria primaria) e da 63 mobiletti ventilanti (aria secondaria), inseriti nelle sale del palazzo in modo da non risultare visibili ai visitatori.

La soluzione innovativa dell’impianto di condizionamento è rappresentata dallo sfruttamento delle acque della laguna come fluido per lo scambio di calore necessario per il funzionamento, sia in estate che in inverno, delle due pompe di calore.

Gli impianti a pompa di calore utilizzando l’acqua come sorgente di calore, possono essere definiti “impianti geotermici” e inseriti tra le fonti energetiche rinnovabili.

La complessità degli ambienti architettonici e delle attività che vi si svolgono richiedono particolari cure e attenzioni da parte degli operatori incaricati di svolgere gli interventi di manutenzione: ogni operazione, anche semplice, va affrontata con metodi e tecniche personalizzate e adattate allo specifico e articolato contesto. Ogni tecnico segue un percorso di formazione appositamente studiato per migliorare le conoscenze specialistiche necessarie per affrontare con competenza le particolarità del settore.

Case history
Pompe di calore

Cos'è la pompa di calore

La pompa di calore è una macchina in grado di trasferire energia termica da una sorgente a temperatura più bassa ad una sorgente a temperatura più alta, utilizzando differenti forme di alimentazione, generalmente elettrica. Ne esistono di varie tipologie e sono classificate in base alla loro applicazione (trasmissione di calore, fonte di calore, dispersore di calore o macchina refrigeratrice).

Tra le pompe di calore per il condizionamento la più comune è quella aria-aria, che estrae calore dall'aria compressa all'interno della macchina e lo riversa all'interno o all'esterno di un edificio, a seconda della stagione; segue poi quella aria-acqua, che è utilizzata in ambienti con la distribuzione del calore attraverso l'acqua, tipicamente nelle nuove costruzioni con il riscaldamento a pavimento.

Ci sono anche le pompe di calore geotermiche che utilizzano il sottosuolo o l’acqua di falda come fonte di calore, consentendo un notevole risparmio sui costi per il riscaldamento. Gli impianti geotermici permettono inoltre di realizzare  raffrescamento sia attivo che passivo.

Possibili applicazioni

Applicazioni in ambito industriale, residenziale e terziario.

Risparmi energetici ottenibili

I risparmi sui costi dell'energia consentono un pay back stimato tra 4 e10 anni.