Risultati concreti

Efficienza energetica alla Fondazione Ca’ Granda Policlinico - Milano

Il nuovo impianto di trigenerazione

La nuova centrale della Fondazione Ca’ Granda Policlinico è  in grado di produrre contemporaneamente energia elettrica, termica e refrigerante. Il nuovo impianto di trigenerazione permetterà un significativo risparmio energetico per l’ospedale e la riduzione di emissioni di anidride carbonica nell’aria.

In particolare il risparmio energetico stimato dovrebbe essere superiore a 1.060 MWh/anno. Inoltre, a fronte di una riduzione del 2% di energia primaria richiesta, si stima una riduzione del 15% delle emissioni di CO2. La nuova configurazione della centrale consentirà infatti una riduzione di emissioni di anidride carbonica di circa 836 tonnellate l’anno (pari alle emissioni che producono 400 auto a gasolio ogni giorno, per 250 giorni all’anno, percorrendo 12 km ).

Il nuovo edificio va a sostituire tutte le singole centrali presenti nell’area della Fondazione, ad esclusione di quelle di Palazzo Uffici e di via Pace. Grazie alla centrale, all’impianto di trigenerazione e ai relativi sistemi di controllo in grado di monitorare e gestire l’intero fabbisogno energetico dell’Ospedale, il Policlinico avrà un’unica fonte di energia termica, una fonte aggiuntiva di energia elettrica e una fonte parziale di energia frigorifera.

Il sistema di cogenerazione, infatti, permette di produrre energia elettrica e termica nello stesso processo di generazione. Il calore prodotto viene recuperato a valle del processo di produzione di energia elettrica. Dai sistemi di cogenerazione deriva il sistema di trigenerazione attraverso il quale, nel periodo estivo o qualora sia richiesta energia frigorifera, il calore recuperato può essere trasformato in energia frigorifera grazie all’impiego del ciclo frigorifero ad assorbimento.

La nuova centrale oltre a migliorare la capacità di far fronte alla sempre maggiore necessità di energia elettrica dipendente dalla continua evoluzione delle strutture sanitarie in modo indipendente dal fornitore esterno di energia elettrica, consentirà di migliorare l’affidabilità e la funzionalità della produzione e della distribuzione dell’energia, riducendo drasticamente, in primo luogo,  i rischi di black out. A ciò si aggiunge un cospicuo miglioramento degli aspetti di sicurezza, affidabilità e compatibilità ambientale, a partire da un elevato e verificabile contenimento delle emissioni in atmosfera di prodotti di combustione, anche grazie all’utilizzo e valorizzazione di energie rinnovabili o assimilate.

Da ultimo, ma non meno importante, l’innovazione si accompagna ad un sensibile risparmio sulla spesa energetica e sulla gestione impianti, ottimizzando i costi gestionali ordinari e straordinari.

novembre, 2011
Case history
Impianto Fotovoltaico - Aeroporto Marco Polo, Venezia

La societa SAVE S.p.A , nell’ottica di gestire il complesso aeroportuale di Venezia nel rispetto dell’ambiente, vuole adottare tutti gli accorgimenti necessari ad ottenere il massimo risparmio energetico e la massima funzionalità.

Siram S.p.a - via Bisceglie 95 - 20152 Milano - Tel. 02.412981 - C.F./P.I. 08786190150  
Gruppo Dalkia - Veolia Environnement